modica

Modica

Nota come città delle cento chiese Modica si sviluppa su un altopiano solcato da profonde cave. Nell’antichità Modica si trovava a capo di una Contea, la Contea di Modica, la quale rappresentava la forza più influente e potente del territorio al comando delle altre località limitrofe.

Un tempo sorgeva sulla confluenza di due fiumi che successivamente nel Novecento furono coperti per costruire il tratto urbano dove oggi troviamo Corso Umberto I, asse principale della città.

La sua particolare conformazione geografica ha fatto sì che la città fosse divisa in tre parti: Modica Sorda, Modica Alta e Modica Bassa. Quest’ultima rappresenta il centro storico della città e quindi la parte più ricca di chiese, palazzi, monumenti risalenti al periodo barocco siciliano.

Tra i più belli nominiamo il Duomo di San Giorgio, il Duomo di San Pietro, Chiesa del Carmine, Castello dei Conti di Modica e la Torretta dell’orologio. Per ultimo, ma non per importanza, Modica è conosciuta in tutto il mondo per il suo particolare cioccolato, dalla particolare lavorazione “a freddo” che gli dona una consistenza ruvida e granulosa.